banner PON 2014 2020 fse fesr

 

WhatsApp Image 2020 09 23 at 185238

WhatsApp Image 2020 08 31 at 232851

E il nuovo anno scolastico è iniziato. Un anno diverso. Un anno strano. Un anno che porta con sé il peso di un anno trascorso a metà, interrotto da quella campanella, che nessuno immaginava dovesse essere l’ultima, a causa di una pandemia improvvisa, indimenticabile, inaspettata, che ci ha profondamente segnato.

Dalla sera alla mattina, con grande senso di responsabilità, abbiamo “inventato” una nuova scuola, che arrivasse nelle case dei nostri alunni e tra difficoltà e critiche, malcontenti e soddisfazioni, abbiamo garantito ai nostri ragazzi quell’imprescindibile diritto allo studio, quel patrimonio minimo di conoscenze e competenze, indispensabili per la crescita degli uomini e delle donne del futuro.

Dopo la Didattica a Distanza, si torna finalmente a scuola! 

Il nostro transatlantico-scuola si sta preparando per ridisegnare una nuova rotta in un mare, che purtroppo, continua ad essere tempestoso, perché questo virus non ci vuole lasciare. Ma noi dobbiamo essere più forti. Dobbiamo tenere duro. Dobbiamo combatterlo con determinazione e coraggio. Questo vuol dire che tutto il personale della scuola, tutti gli alunni e tutte le famiglie devono vivere questo momento con grande senso di responsabilità, rispettando, senza batter ciglio, le regole ferree, che sono l’unica arma che abbiamo.

Certo, il nostro transatlantico-scuola navigherà a vista, con tante incertezze, ma ce la faremo, perché non abbiamo mai perso la speranza. Non sarà facile perché dovremo tutti abituarci all’idea di vivere un nuovo modo di fare scuola. Una scuola in cui personale e famiglie devono far proprie nuove modalità, in cui gli alunni non potranno scambiarsi oggetti, condividere la merenda, darsi il “5” nei corridoi quando incontrano compagni di altre classi, non potranno abbracciare il compagno di banco quando esultano per un bel voto, né la maestra quando sono tristi o si sentono poco bene. Una scuola in cui i sorrisi saranno nascosti dietro le mascherine, in cui non ci si potrà toccare, né stare vicini, ma i nostri occhi si guarderanno, finalmente, non più attraverso uno schermo… e allora con un immenso abbraccio dello sguardo collettivo, sarà come stringerci per davvero e in quell’abbraccio troveremo la forza di superare la paura e di vivere con serenità i mesi che ci aspettano… difficili, ma pieni di speranza, la speranza di tornare alla normalità.

Buon anno scolastico!

 

 

frontale angiulli

                                                                               

       

 

 

 Foto Scuola      

                                       

                                        

 

Vai all'inizio della pagina